Euromontaggi Porto torna con una vittoria dalla trasferta di Cerea. Partita al cardiopalma che le ragazze della presidente Rossi si aggiudicano non senza difficoltà.
Si comincia in una gelida palestra  con Euromontaggi  contratto,  che si vede soccombere per  buona parte del primo parziale. Errori al servizio  portano il punteggio 6 5, poi 12 9, 14 10, fino al 18 15. Qui punto  a punto le nostre ragazze rimontano fino ad agganciare 23 pari, per poi prevalere 25 23 dopo 30 minuti di battaglia prendendo i punti decisivi
Il secondo set , nonostante sei errori battuta sembra senza storia.  Euromontaggi sempre avanti prima 6 7 poi prende il largo 7 13, fino ad 11 19 con allenatore locale che approfitta per ruotare le titolari.convinte di avere già  vinto le ragazze di Baldassari  si rilassano e vincono un set stradominato “solo” 25 21
Ma i segnali di rilassamento del secondo set emergono prepotentemente nel terzo, con le ragazze della presidente Rossi sempre ad inseguire, prima 3 0 poi 12 10 fino al18 13 , 20 16 e 25 20 finali, con percentuali molto basse di ricezione e conseguente scarsa incisività in attacco.
Ancora peggio il quarto, in cui le ragazze portuensi sembrano disunirsi.  Errori al servizio, ben 6, ancora male la ricezione e crollo delle percentuali di attacco fanno pensare alla disfatta,  con un set rapidamente concluso 25 15
Ma quando sembrava tutto finito, ecco la rinascita nel quinto e decisivo set. Dopo un inizio equilibrato  fino al 4 4 (punto estenuante che forse ha condizionato l’intero parziale), le ragazze si riprendono , non sbagliano più  e prendono il largo , sfruttando forse anche un calo fisico delle avversarie, su tutte Zampieri,  in versione “monstre ” ma anche Poltronieri,  tutta una altra atleta rispetto a quella vista all’andata qualche mese fa. Tra le file del Porto si alternano nelle marcature Maghenzani e Bulgarelli,  bene Vecchi e i due centrali, quando serviti.
Ora Euromontaggi è atteso da un impegno quasi proibitivo con Lemen,  ma tra le mura amiche le ragazze ci hanno spesso sorpreso.
Lazomba
Condividi l'articolo